Stampa pagina

Traforo Armo- Cantarana

ultimo aggiornamento: 21/07/2021
settore: Trafori e valichi

Descrizione Progetto

L’attuale tracciato che collega Cantarana (provoncia di Cuneo) ad Acquetico (provincia di Imperia) si sviluppa su 13,8 km particolarmente tortuosi che attraversano undici nuclei abitati, con un dislivello di 662 m e un tempo di percorrenza di circa 25 minuti. Il progetto di traforo ridurrebbe il percorso a 9,3 km per un dislivello di 370 m e una percorrenza di 6 minuti, senza attraversare nuclei abitati. Inoltre il traforo, se realizzato, rappresenterebbe una alternativa al Colle di Tenda per quanto riguarda i traffici commerciali.

Negli anni Novanta/ Duemila ANAS S.p.a elaborò un piano che prevedeva tre interventi:

  • la variante Pontedassio-Imperia;
  • la SS.1 Aurelia bis, variante dell'abitato di Imperia;
  • la variante Pieve di Teco-Ormea, con traforo di Armo-Cantarana.

A cavallo degli anni Duemila si procedette alla progettazione e si realizzarono le opere relative ai primi due interventi, oltre a una variante dell'abitato di Pieve di Teco e al collegamento con Acquetico, punto di arrivo della variante di valico fino a Ormea. Di particolare rilievo quest'ultimo tratto, per il quale furono effettuate la progettazione preliminare e le indagini geognostiche.

Nel maggio 1992 fu terminata la realizzazione del foro pilota del tunnel principale fra Armo e Cantarana: 2.852 metri di galleria, del diametro di 2,50 metri, che hanno consentito di verificare, positivamente, la composizione del terreno attraversato, e che in fase di realizzazione dell'opera dovrebbero essere allargati fino alle dimensioni finali previste per il tunnel.

Dopo più di 30 anni di attesa, nel luglio 2019, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha annunciato l’inserimento della progettazione dell’opera nell’aggiornamento 2019 del Contratto di Programma Mit- Anas 2016-2020. Nell'ottobre 2020 il progetto definitivo per la realizzazione del traforo Armo-Cantarana ha superato l’esame a Roma ed è stato approvato in linea di massima dalla terza sezione del Consiglio superiore dei Lavori pubblici, anche se occorrerà completarlo e perfezionarlo in alcune parti.

 

Soggetti coinvolti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Regione Piemonte, Regione Liguria, ANAS S.p.A., Provincia di Cuneo, Comune di Ormea, Unione Montana Alta Valle Tanaro

Cronoprogramma

2021
Pubblicazione del bando per l’appalto dei lavori
2025
in grave ritardo

Dettagli prossima fase

Il progetto preliminare è stato approvato dal Cipe il 20 dicembre 2004 ed è inserito nell’Aggiornamento del Contratto di Programma 2016/2020 tra Ministero delle Infrastrutture e Anas. La progettazione definitiva è stata approvata da Anas il 20 novembre 2019 e il 6 dicembre l’invio del progetto definitivo al Consiglio Superiore dei Lavori pubblici per il parere di competenza ha dato il via all’iter autorizzativo. Nel parere che è stato trasmesso ad Anas il 28 ottobre 2020, il Consiglio Superiore dei Lavori pubblici ha chiesto che il progetto di variante venisse rivisto e completato, prima dell’avvio dei successivi provvedimenti amministrativi. Pertanto Anas ha chiesto ai progettisti di aggiornare il documento alle prescrizioni e osservazioni contenute nel parere. E al contempo ha comunicato che entro il mese di luglio 2021 verranno attivate le procedure finalizzate ad acquisire le necessarie autorizzazioni ambientali propedeutiche all'avvio dei lavori.

Copertura finanziaria

  • Disponibili 5 Milioni di €
  • Non ancora disponibili 300 Milioni di €

Stato di avanzamento del progetto

Stato Progettazione

Progetto esecutivo/Appalto in corso

Progettazione

Il progetto proposto ridurrebbe il percorso a 9,3 km, per un dislivello di 370 m e una percorrenza di 6 minuti, senza attraversare nuclei abitati.

Un’opera che conta sette viadotti e otto gallerie (la più lunga il traforo Armo- Cantarana, circa 3 km), dallo svincolo di Acquetico a quello di Armo, per 4,3 km; dallo svincolo di Armo alla prima rotatoria dello svincolo di Cantarana, per circa 4,4 km; e da qui a una seconda rotatoria dello stesso svincolo, per una lunghezza di 0,4 km. La gran parte del tracciato si sviluppa nel territorio ligure, mentre in Piemonte ricade la sola porzione di tracciato tra lo sbocco del traforo Armo-Cantarana e l'innesto finale sulla sede esistente della SS.28.

Costo dell'Opera

304.216.922

Dettaglio Costi

Stando al calcolo sulla base del prezziario Anas 2019, l’investimento ammonta a 304.216.922,70 euro.

Finanziamenti disponibili

4.700.000

Dettaglio Finanziamenti

I costi per la progettazione, pari 4,7 milioni, sono stati interamente finanziati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Per la realizzazione degli interventi  i finanziamenti sono interamente da reperire.

Criticità

Politiche

Inizialmente inserita tra i progetti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza italiano, nella versione di Piano approvata dall'UE nel giugno 2021 l'opera è assente e si attende l’inserimento del finanziamento nel prossimo Contratto di Programma tra Ministero e Anas, dove stanno i progetti da cantierare nel Paese tra il 2020 e il 2025.

Galleria fotografica