Stampa pagina

Nuovo collegamento ferroviario Torino– Ceres (Aeroporto di Caselle)

ultimo aggiornamento: 14/02/2022
settore: Ferrovie

Descrizione Progetto

Il collegamento consiste nella realizzazione di una galleria ferroviaria interrata che consentirà di connettere l’attuale linea ferroviaria Torino-Ceres, servita dai convogli del SFM, con il passante ferroviario di Torino e la stazione di Porta Susa garantendo il potenziamento del servizio ferroviario verso l’aeroporto di Caselle, il ciriacese e le Valli di Lanzo.

Dopo alcuni mesi di ritardo a causa del Covid-19,  il progetto comincia a prendere forma: nel maxi cantiere predisposto per il collegamento sotterraneo ferroviario fra Torino e Ceres, i lavori ora procedono spediti per la costruzione del nuovo tunnel che permetterà il collegamento della città con il suo aeroporto in meno di mezz’ora con treni ogni 15 minuti.

Soggetti coinvolti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, CIPE, Regione Piemonte, Rfi, GTT, SCR Piemonte, Trenitalia.

Cronoprogramma

2017
2022
2023
in ritardo

Dettagli prossima fase

I lavori in superficie termineranno nell’aprile del 2022 mentre quelli in sotterranea dovrebbero concudersi nel 2023 grazie allo stanziamento della Regione Piemonte di 180 milioni e dei 15 milioni di fondi europei Cef (Connecting Europe Facility), ma per la messa in esercizio della tratta bisognerà aspettare qualche ulteriore mese per i necessari collaudi.

Copertura finanziaria

  • Disponibili 195 Milioni di €
  • Non ancora disponibili 0 Milioni di €

Stato di avanzamento del progetto

Stato Progettazione

Lavori in corso

Progettazione

La galleria sarà lunga 2,7 km, profonda 8 metri rispetto al piano strada e centrata sull’ex spartitraffico di C.so Grosseto e si innesterà, sul lato largo Grosseto, sulla ferrovia esistente, poco prima della stazione Madonna di Campagna, e terminerà, sul lato Parco Sempione, dentro gli spazi già predisposti nella stazione Rebaudengo del passante ferroviario. Prevista la dismissione della stazione Madonna di Campagna, che sarà sostituita da una nuova stazione, interrata denominata “Grosseto”. Oltre alla galleria per i treni, è previsto anche un sottopasso stradale che replicherà in sotterraneo il tracciato del vecchio cavalcavia, la cui demolizione è terminata a giugno 2019. In concomitanza con la demolizione del cavalcavia di C.so Grosseto, sono iniziati gli scavi per la galleria ferroviaria: sono stati realizzati più di mille metri di galleria, di cui circa 700 metri dalla stazione Rebaudengo verso il Sempione e 300 metri da Sempione verso C.so Grosseto.

Aperti anche i cantieri per il rifacimento dei sottoservizi e quelli per realizzare i by-pass sugli incroci per l’attraversamento degli impianti. In superficie sorgerà un grande incrocio nel quale confluiranno 8 rami viabilistici tra cui i Corsi Lombardia, Potenza e Grosseto. L’intervento lascerà in dote alla città la completa riqualificazione e valorizzazione dell’ambiente urbano interessato e la razionalizzazione della viabilità di superficie.

Ad aprile 2020 le opere che risultano concluse sono:

  • la galleria artificiale ferroviaria da stazione Rebaudengo a via Casteldelfino;
  • all’interno della stazione Rebaudengo, gli scavi e la realizzazione della soletta di fondazione della stazione;
  • su Parco Sempione soletta e scavi;
  • le opere strutturali della galleria artificiale ferroviaria lungo corso Grosseto, da Parco Sempione a via Casteldelfino.

Sulla parte in superficie di corso Grosseto, sono stati predisposti appositi spazi per il parcheggio delle auto e corsie provvisorie per inversioni di marcia lungo il corso in sostituzione degli incroci chiusi per i lavori.

Costo dell'Opera

195.000.000

Dettaglio Costi

Il collegamento ferroviario della Torino-Ceres con il Passante Ferroviario di Torino fa parte del Programma Attuativo Regionale (PAR) del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC). Il costo complessivo dell'opera, realizzata da S.C.R. Piemonte S.p.A è di 175 mln di euro così ripartiti:

  • 20 mln di euro da fondi CIPE delibera 22/2012;
  • 137 mln di euro da fondi PAR FSC 2007-2013;
  • 18 mln di euro da fondi regionali L.R. 18/2012.

Finanziamenti disponibili

195.000.000

Dettaglio Finanziamenti

La Regione Piemonte ha impegnato 180 milioni di euro e altri 15 milioni provengono dai fondi europei Cef (Connecting Europe Facility).

Galleria fotografica