Stampa pagina

Ferrovia Novara- Malpensa- Seregno: variante di Galliate

ultimo aggiornamento: 14/02/2022
settore: Ferrovie

Descrizione Progetto

Il progetto della variante di Galliate fa parte di un progetto più ampio che prevede il potenziamento di un itinerario ferroviario che si propone come gronda nord per passeggeri e merci al fine di decongestionare il nodo di Milano da un lato e, dall'altro, per realizzare un corridoio diretto di connessione tra l'alta capacità ferroviaria Torino-Milano, l'aeroporto di Malpensa, il sistema economico e sociale della Brianza e, in prospettiva, l'asse di gronda nordest ferroviaria che dal Gottardo arriva a Bergamo. Tale sistema ferroviario è composto da tre principali interventi.

1. Potenziamento tratta Novara-Malpensa (di cui fa parte la variante di Galliate). Il collegamento è indispensabile per una connessione diretta tra la linea ad alta capacità Torino-Milano e l’aeroporto intercontinentale di Malpensa. L'intervento riguarda il potenziamento della tratta Novara Busto Arsizio, gestito dalle Ferrovie Nord Milano, che si connette con la linea già in esercizio Milano-Malpensa. Contestualmente la stazione ferroviaria di Novara delle FNM viene integrata funzionalmente con quella delle Ferrovie dello Stato e quindi con la linea ad alta capacità Torino-Milano.

2. Interramento e raddoppio nodo di Castellanza. L'intervento è finalizzato al completamento del collegamento ferroviario Saronno-Malpensa, mediante il raddoppio e l'interramento della tratta di linea che attraversa il territorio del Comune di Castellanza (compresi la stazione ferroviaria e l'attraversamento del fiume Olona) per una lunghezza di 4,5 km (attualmente la linea è a raso e a binario unico). L'intervento prevede anche il raccordo, a binario unico e ad uso merci, con la stazione FS di Busto Arsizio.

3. Potenziamento tratta Saronno-Seregno. La tratta ferroviaria Saronno-Seregno ricopre una lunghezza di 14,3 Km e attraversa numerosi centri urbani della provincia di Milano. Dal 1957 la linea è stata adibita al solo trasporto merci, mentre fino agli anni '70 la trazione è stata elettrica, per poi essere convertita -dopo qualche anno di chiusura- alla trazione diesel. Le opere in oggetto prevedono l'elettrificazione dell'intera linea, il raddoppio parziale dei binari, la realizzazione di impianti di segnalazione e di telecomunicazione, nell'ottica di riattivare il trasporto passeggeri e di potenziare quello merci. Il progetto rientra nella denominazione"ADPQ Malpensa" del Piano Straordinario per lo Sviluppo delle Infrastrutture Lombarde 2003 - 2011.

Per maggiori informazioni sugli interventi 2 e 3 si rimanda all'approfondimento disponibile su OTI Nord (Osservatorio Territoriale Infrastrutture del Nord): https://www.otinord.it/progetti/ferrovia_novara_malpensa_seregno__potenziamento_

Soggetti coinvolti

RFI, Ferrovie Nord Milano, Regione Piemonte, Comune di Novara, Regione Lombardia, Comune di Busto Arsizio, Comune di Castellanza, Comune di Seregno.

Cronoprogramma

---
---
---
in ritardo

Copertura finanziaria

  • Disponibili 0 Milioni di €
  • Non ancora disponibili 87 Milioni di €

Stato di avanzamento del progetto

Stato Progettazione

Progetto esecutivo/Appalto in corso

Progettazione

L'intervento consiste in:

  • raddoppio della linea esistente, con l'inserimento di due binari per la connessione AV/AC- Malpensa;
  • costruzione della nuova sede per il doppio binario;
  • realizzazione della stazione di Galliate;
  • eliminazione dei passaggi a livello;
  • ammodernamento degli impianti.

Nel marzo 2005 il CIPE ha approvato in linea tecnica il progetto preliminare. Nell'ottobre 2007 è stato inviato il progetto definitivo al Ministero delle Infrastrutture per l'approvazione e per lo stanziamento dei finanziamenti. Nel maggio 2008 si è svolta la Conferenza dei servizi sul progetto definitivo. Il Decreto Legge del Fare del giugno 2013 ha inserito l’opera tra quelle da finanziare nel 2014 in via subordinata al mancato avvio di quelle classificate come prioritarie. L’urgenza di riammodernare tre ponti lungo il torrente Langosco ha reso necessaria la realizzazione di uno stralcio funzionale dell’opera, finanziato con 6 milioni di euro dalla Regione Lombardia. A tal fine, dopo la conclusione dei lavori di realizzazione del nuovo ponte sul torrente Langosco avvenuta nel 2018, nel 2019 è stata fatta la gara per il riammodernamento del ponte sul Ticino che comprende tre appalti: bonifica ordigni bellici; consolidamento strutturale del ponte; interventi idraulici.  I lavori sono stati avviati a fine 2019 e si concluderanno nella primavera del 2022. Nel 2020 è stato ultimato il progetto definitivo e pubblicato il bando di gara per la realizzazione del nuovo piano stazione di Galliate al fine di migliorare la circolazione dei treni. I lavori sono stati aggiudicati nel 2021.

Costo dell'Opera

87.000.000

Dettaglio Costi

Il costo di realizzazione della variante di Galliate è di 87 milioni di euro.

Finanziamenti disponibili

0

Dettaglio Finanziamenti

Devono essere reperite tutte le risorse.

Criticità

Tecniche

La criticità è principalmente di natura tecnico- progettuale. L'intervento è in fase di progettazione definitiva e risulta conclusa anche la Conferenza dei Servizi, tuttavia costituendo un sotto- progetto si un intervento più complesso che comprende anche la realizzazione della tangenziale Ovest di Galliate e del collegamento diretto tra la linea AV/AC Torino- Malpensa e la linea FN Novara- Seregno, non si è ancora deciso se manterrà la propria autonomia o sarà ingobato nel macroprogetto di origine.